Dubai la città del futuro

Collegare Dubai ad Abu Dhabi in meno di 15 minuti ora si può e rende a tutti gli effetti Dubai la città del futuro: si tratta di ben 150 km coperti in poco più di una mancia di minuti.

Questo è  possibile utilizzando il sistema di trasporto Hyperloop, progetto su cui sta lavorando Peter Diamandis, uno dei futuristi piu’ importanti ed innovativi del  secolo.

L’importante progetto della Hyperloop Technologies, Inc. è la nuova conquista nel mondo dei trasporti e offrirà una soluzione tecnologica unica sia per quanto concerne il trasporto merci che per i passeggeri e visto l’interesse degli Emirati ed in particolare dello sceicco di Dubai Mohammed bin Rashid Al Maktoum, potrebbe essere operativo già nel 2020, in occasione dell’Expo.

La startup americana Hyperloop Technologies ha annunciato che il suo treno magnetico da 1200 chilometri orari inizia a prendere forma. I test preliminari sono già partiti: si tratta del primo passo concreto per la creazione dell’Hyperloop, il maglev che viaggerà “sottovuoto” levitando per mezzo di una combinazione di magneti posti all’esterno del treno e sulle pareti della galleria.

Hyperloop è un sistema di trasporto che prevede l’estensione di un tubo costruito tra due destinazioni, in un ambiente controllato all’interno del tubo, permettendo alle persone o alle merci di viaggiare ad una velocitá estrema.

In effetti Hyperloop, da non confondere con la rivale Hyperloop Transport Technologies, non è una idea completamente nuova. Addirittura nel 1972 la Rand Corporation pubblicò un paper del fisico Robert Salter su un sistema di trasporto ad alta velocità chiamato Very High Speed Transit. Secondo quest’ultimo il sistema avrebbe potuto trasportare passeggeri da New York a Los Angeles in 21 minuti ed gli ostacoli alla realizzazione del progetto venivano non dalla scienza ma dalla politica americana. A Dubai, sotto questo aspetto, non ci sono più problemi.

Recentemente Hyperloop Tecnologies Inc. ha annunciato che Rob Loyd verrà insediato come CEO della società. Loyd è un veterano del networking technology che recentemente ha ricoperto la carica di Presidente di Cisco Systems. In aggiunta all’incarico di CEO, Loyd è un investitore nella società.

Il progetto attualmente  prevede la collaborazione di 50 esperti del settore che stanno lavorando a tempo pieno nei tre capannoni nel centro del campus del Los Angeles Arts District e a breve ne sapremo di più.