Investire a Dubai

Investire a Dubai 7 vantaggi e benefici

Dubai è uno dei 7 capoluoghi degli Emirati Arabi Uniti, secondo solo ad Abu Dhabi per grandezza e densità di popolazione, ma primo nella classifica dei centri d’affari relativi al Medio Oriente.
Investire a Dubai rappresenta un’opportunità sempre più vantaggiosa per i piccoli e grandi imprenditori, soprattutto dopo il 2006: anno in cui il Governo diversificò le risorse economiche su servizi e infrastrutture costruendo su larga scala e rendendo l’Emirato, una città di fama mondiale.
Sono molti gli aspetti da considerare in materia d’investimento, analizziamo innanzitutto gli aspetti generali che rendono Dubai un terreno appetibile, specie per gli stranieri:
– l’accessibilità estremamente facile, ogni giorno partono da tutte le città del mondo aerei di varie linee destinati al capoluogo degli Emirati;
– è una meta turistica incredibile, grazie alle molteplici attrazioni, spiagge dall’inestimabile bellezza e hotel a 5 stelle. Senza considerare l’assegnazione dell’Expo 2020, che porterà, secondo le previsioni, un incremento del turismo con circa 20/25 milioni di persone in più;
– le condizioni climatiche non sono da sottovalutare, miti e piacevoli tutto l’anno, non c’è periodo in cui ne sia sconsigliata la permanenza;
– le camere d’albergo hanno un tasso d’occupazione annua persino superiore alla “Grande Mela”, New York. Le cosiddette formule “Hotel Apartments” permettono ai potenziali investitori di acquistare anche una camera d’albergo in queste strutture gestite da società altamente specializzate;
– anche il tasso di criminalità, registrato ogni anno, continua a rilevarsi molto basso, e questo rende la città decisamente più vivibile di altre metropoli così grandi e tecnologicamente avanzate;
Non dimentichiamo poi che Dubai è esentasse, il suo regime fiscale non applica imposte sul reddito societario e personale e neppure sulle plusvalenze: immaginate ora un rendimento del 10% “senza tasse”, un vero paradiso rispetto a qualunque forma d’investimento!
Quello immobiliare è certamente il terreno più fertile e conveniente per i lungimiranti imprenditori stranieri, e se le motivazioni citate sopra non sono sufficienti, ve ne sono altre nello specifico degli immobili.
Cercheremo ora di riassumere in punti cruciali i vantaggi e i benefici potenzialmente derivanti dall’acquisto d’immobili a Dubai.
1. Le Free Zone (zone franche o zone libere) sono il primo vero motivo per investire. In queste zone, gestite dalla politica Tax Free, si ottengono incentivi e concessioni ottimali per impegnare il proprio capitale. Le 5 zone da tenere a mente sono: JAFZ, DUCAMZ, TECOM, DAFZ e Dubai Gold and Diamond Park.
2. Nonostante questo Emirato sia uno dei più grandi centri di riesportazione, i costi degli immobili sono piuttosto bassi e ancora si acquista davvero bene. Le previsioni sono in crescita peraltro, dal 2013/2014 a oggi c’è stato un valido incremento del 10% annuo.
3. Investire nell’immobiliare protegge anche dall’inflazione: il valore effettivo della proprietà acquistata aumenta, pertanto è possibile alzare il prezzo dell’eventuale affitto, nel frattempo il vostro debito resta invariato.
4. Con tutti i calcoli, in termini di previsione, relativi ai costi di manutenzione, si stima che affittare l’immobile acquistato vi renderà un minimo del 10% annuo. La percentuale è basata su un mercato, quello degli affitti, che a Dubai è tanto stabile quanto sicuro e in crescita. Pertanto i rischi rispetto all’investimento sono davvero minimi, se non inesistenti.
5. Il sistema fiscale dell’Emirato prevede un’apertura totale verso investitori provenienti da ogni parte del mondo, senza esclusione di colpi. Questo fornisce diverse agevolazioni: maggiore liquidità, l’economia gira a velocità interplanetaria e gli immobili vengono ricollocati, all’occorrenza, con un’estrema facilità.
6. Possedere un immobile è un’attività eterogenea, diversificata, e in una città come Dubai, con un’economia così dinamica, avrete una rivalutazione dell’immobile continua, come fosse un titolo in borsa, e al tempo stesso vi produrrà una rendita costante e certa.
7. Dopo il 2012, boom economico in atto, le banche di Dubai hanno ricominciato a concedere mutui più facilmente e a tassi decisamente vantaggiosi. Questo incentiva ancor di più gli investimenti immobiliari perché non dovrete impegnare necessariamente tutto il vostro capitale disponibile, potrete liberamente decidere di finanziarne una parte. Certamente, fornendo le dovute garanzie accessorie non avrete grandi difficoltà a ottenerlo.
Al pari dei “7 Peccati Capitali”, stavolta abbiamo voluto mostrarvi i “7 vantaggi dell’investimento immobiliare” a Dubai!
Considerando che in una città del genere, come avrete facilmente intuito, i benefici non sono solo 7 in realtà.
Questo capoluogo degli Emirati Arabi Uniti è colmo di ricchezze naturali, tanto che il Governo di Dubai prevede ad esempio d’investire parte delle risorse derivanti dalla vendita del petrolio. Dove verranno direzionate, è presto detto: in nuove infrastrutture, impianti industriali, formazione del personale e potenziali nuove commesse per le aziende italiane. Tutto questo, insieme all’alto reddito pro capite, non può che attrarre gli investitori.
In ultimo bisogna ricordare che un investimento immobiliare è, rispetto a tutti gli altri, quello più tangibile in termini economici e anche pratici. Di facile comprensione e gestione, potrete diversificare la vostra proprietà in vari modi ricollocandola in maniera veloce, grazie alla burocrazia snella con la quale dovrete confrontarvi. Si riducono di molto i rischi, che comunemente si hanno, di una possibile interruzione del reddito derivante dalla proprietà acquistata, che diviene invece una fonte stabile di guadagno.
Non sarà un caso che più di 10 mila imprenditori sono giunti a Dubai per investire nel settore immobiliare.