Investire a Dubai: panoramica e settore immobiliare

Investire a Dubai: panoramica e settore immobiliare

Panoramica

Dubai è una delle principali metropoli del Medio Oriente e da diversi anni è il ponte che collega i mercati europei a quelli asiatici. Per questo motivo numerose aziende ed imprese hanno scelto questa città perché ritenuta ad oggi il luogo dove effettuare gli investimenti migliori in diversi settori. Ciò che la caratterizza è sicuramente la mentalità liberale del governo che è completamente orientata verso aperture nei confronti di investitori e mercati esteri. I considerevoli capitali che si sono spostati in questa zona sono stati attratti dall’imposizione fiscale notevolmente più vantaggiosa rispetto a quelle dei paesi dell’eurozona. Il settore immobiliare è uno dei fiori all’occhiello dell’economia di Dubai ed ha catalizzato l’attenzione grazie alla facilità d’investimento ed i profitti sempre cospicui, diventando forse uno dei primi business di riferimento a livello mondiale. Oltre che alle multinazionali, anche altre categorie come professionisti, ingegneri e tecnici hanno scelto di spostarsi per lavoro in questa città dove le opportunità sono in continuo aumento. Dubai ad oggi si candida a diventare uno dei nuovi poli dell’economia e della finanza mondiale nonché il punto di congiunzione tra l’occidente e l’oriente nell’epoca della globalizzazione e dei mercati liberi. Tutte le condizioni lasciano prevedere che l’economia della città continuerà a crescere e a toccare sempre più i settori dello sviluppo e dell’industria.

Sono numerosi gli elementi che hanno reso Dubai il posto ideale per effettuare investimenti redditizi. In primo luogo la città, come già detto, vanta un fisco molto flessibile senza essere per questo un paradiso fiscale. Non sono presenti tasse sulle persone o sui redditi, così come l’IVA o le ritenute d’acconto. La maggior parte delle imposte grava sulle aziende petrolifere e sulle grosse compagnie bancarie internazionali, che hanno una tassazione pari al 20% sui profitti. Una grossa spinta, che sicuramente avrà come conseguenza un ulteriore balzo in avanti del benessere della città, arriverà nel 2020 quando si aprirà l’Expo a Dubai. Il Ministro dell’Economia locale ha dichiarato che l’assegnazione dell’Expo è la principale dimostrazione della solidità della politica economica del paese e determinerà un forte incremento degli investimenti provenienti da ogni parte del mondo. Probabilmente il settore che più gioverà di questo evento è quello del Real Estate, in particolar modo nei segmenti dell’hospitality e delle abitazioni di lusso. Il settore immobiliare si attesta già con una crescita pari al 10-15 % annuo, posizionandosi così al primo posto a livello internazionale. Le previsioni basate su dati reali concordano nel sostenere che questa crescita rimarrà costante anche nel futuro prossimo ed avrà addirittura margini di miglioramento.

A dimostrazione della concretezza della situazione attuale i dati sugli investimenti 2015 illustrano che ben 10.000 aziende estere hanno aperto attività nella città di Dubai, di queste circa 400 sono italiane. Questo perché Dubai è la più grande zona di libero scambio degli UEA. Tuttavia l’incentivo che più ha influenzato l’arrivo di realtà internazionali è la DMMCC (Dubai Multi Commodities Center), un programma di agevolazioni inizialmente nato per la commercializzazione delle materie prime che è stato successivamente ampliato anche ad altre tipologie di business. I vantaggi per le aziende che entrano nella DMCA sono assolutamente incredibili. Lo sgravio fiscale è consistente: un’azienda che decide di aprire a Dubai è esente dalle imposte societarie per ben 50 anni e può rimpatriare in qualsiasi momento fino al 100% dei capitali investiti senza nessun tipo di vincolo o restrizione. Inoltre sono previste ulteriori agevolazioni per il reclutamento di personale qualificato e l’acquisto o affitto degli immobili necessari per lo svolgimento dell’attività. La DMCA è stata, ed è tuttora, il propulsore che ha permesso all’economia locale di diventare solida, dinamica e di essere in continua espansione. La sinergia con l’amministrazione locale e le leggi orientate al business ha consentito l’arrivo di enormi capitali sotto forma di investimenti da numerosi paesi esteri.

Abbiamo detto che il settore immobiliare ha giovato moltissimo dall’atteggiamento di queste strategie economiche: basti pensare agli avveniristici grattaceli e skyline che caratterizzano la città creando un paesaggio dalla stupenda magnificenza. Non solo, anche altri settori commerciali stanno attraversando un periodo di florida e prolifica attività, come per esempio, quello della ristorazione, dei trasporti e, ovviamente, il turismo. Quest’ultimo in particolare ha sviluppato una vera e propria economia parallela grazie all’infinito flusso di turisti che atterranno per visitare la città in ogni periodo dell’anno, attirati dall’immagine di una lussuosa oasi tra le dune del deserto ed un clima costantemente mite. Non bisogna trascurare anche la crescita delle attività che operano nei campi dell’informatica e della comunicazione, che stanno diventando sempre più i capi saldi del business di Dubai. Un altro elemento fortemente caratteristico è la massiccia presenza di consulenze industriali ed affaristiche che concentrano il loro lavoro nel trovare e proporre le soluzioni migliori per effettuare investimenti sicuri a breve termine. Il segreto del successo delle consulenze risiede dall’acquisizione dei know-how delle economie più affermate. Il tutto sostenuto da una fitta rete di infrastrutture all’avanguardia che garantiscono servizi d’eccellenza, affidabili e completamente sicuri sia per business normali che per quelli online.

Esistono diversi tipi di business che possono portare al successo a Dubai. È molto importante sapere quali siano per decidere in modo più consapevole dove indirizzare i propri investimenti. Possiamo partire con il mercato delle materie prime, come per esempio il metallo e i suoi derivati di lavorazione. Il mercato dell’oro è molto prolifico, ed è quello in più forte ascesa a livello mondiale. Questi due primi suggerimenti mostrano due settori che sono evidentemente in crescita, ma per chi cercasse affari che in prospettiva prossima possano diventare vere e proprie economie importante devi volgere lo sguardo ai prodotti alimentari. Infatti gli UEA importano dall’estero il 90 % di questi prodotti. Il settore ha seguito in modo proporzionale l’aumento di attività commerciali e hotel di lusso. Come riflesso, anche la ristorazione negli ultimi anni ha avuto un’impennata con oltre 11.000 esercizi aperti, fino a diventare un punto di riferimento per la cucina internazionale. Sono numerosissime le aziende italiane che esportano prodotti alimentari tipici del nostro territorio a Dubai, proprio perché la ristorazione di lusso ha un’altissima richiesta. Giusto per dare un’idea della mole gargantuesca del giro d’affari basta controllare i dati del 2014: l’Italia, con 137,5 milioni di esportazioni di prodotti alimentari ha avuto una crescita del 6,1% rispetto all’anno precedente. Per capire l’importanza del dato possiamo affermare che questa crescita supera, per esempio, quelle di qualsiasi tipo di investimento finanziario.

Investimenti immobiliari

Parlando di profitti, gli investimenti immobiliari a Dubai sono quelli che sicuramente possono risultare fruttiferi sia nell’immediato che nel corso del tempo. Bisogna premettere che il settore edile di Dubai ricopre un ruolo di assoluta qualità ed eccellenza: oltre che utilizzare materiali pregiati utilizzati, i progetti di costruzione sono all’insegna del design e dell’innovazione. Gli immobili, specialmente quelli di lusso, sono destinati ad una netta rivalutazione, considerata l’esponenziale evoluzione della città e le richieste sempre più numerose di questo tipo di locazioni, sia nel campo privato che in quello turistico. Il rendimento atteso per questa tipologia d’investimenti è quantificato tra il 6,60 % e il 10 %. Va da sé che questi dati, oltre che confermare la solidità del mercato attuale, incentiveranno l’arrivo di ulteriori investitori interessati a questo settore, il quale, grazie ai numerosi incentivi ed agevolazioni che abbiamo descritto sopra diventerà sempre più il cuore pulsante di una città dove la qualità della vita e la convenienza dei business sono sulla strada che porta ai massimi livelli internazionali. Altri due dati che confermano il trend positivo dell’economia generale di Dubai e, di conseguenza quello del settore immobiliare, sono relativi alla Borsa di Dubai che ha registrato un’incredibile aumento dell’81 % ed alla solidità della compagnia aerea di bandiera, la Emirates Airlines, che ha recentemente annunciato un investimento da 100 miliardi di dollari per potenziare la sua flotta.

Considerata la panoramica internazionale, Dubai è una delle migliori zone del mondo dove ricercare investimenti sicuri, che garantiscano profitti consistenti. Infatti, oltre che a tutte le condizioni vantaggiose che derivano dall’attuale stato economico, dalle politiche liberali, dal turismo e dagli investitori già presenti, le previsioni sono ancora più rosee. Basti riflettere sull’Expo del 2020: il tema principale sarà la “sostenibilità e le energie rinnovabili”, con un occhio di riguardo ai nuovi materiali prodotti nel rispetto dell’ambiente, soprattutto nel campo dell’edilizia. Verranno realizzate nuove infrastrutture ma anche alberghi e linee di trasporto, investendo miliardi di dollari. Per esempio, entro la fine del 2016 il totale delle strutture alberghiere presenti all’interno della città dovrebbe essere la imponente cifra di 650. Sicuramente, durante l’Expo, saranno tutte colme di ospiti. Gli investimenti immobiliari, molto probabilmente, saranno tra gli affari più redditizi del futuro di Dubai, per questo motivo, coloro che sono interessati, dovrebbero cogliere al volo l’occasione irripetibile che si sta’ presentando perché, come abbiamo visto, è il frutto di una combinazione di diversi elementi favorevoli i quali, pur essendo in costante crescita, nel lungo periodo troveranno, per la natura delle cose, una stabilità. Quindi gli affari altamente conveniente di oggi potrebbero non essere più accessibili domani.

Per concludere dobbiamo fare alcune considerazioni rivolte a chi ha a disposizione un capitale da investire e si trova nel momento di decidere quali scelte fare. Esistono possibilità, realizzabili anche da chi non ha budget elevati a disposizione, di investire in modi che non siano i classici piani di accantonamento con rendita o gli investimenti postali. Chi cerca profitti importanti, che superano di molto quelli che derivano dalle tipologie di investimento canoniche che tutti conosciamo, deve sicuramente prendere in considerazione di avvicinarsi al mercato immobiliare di Dubai. Questa città mette a disposizione importanti agevolazioni, incentivi ed ha delle prospettive di crescita nel breve periodo assolutamente ed indiscutibilmente massicce.

Ricapitoliamo quali sono i motivi che rendono così convenienti gli investimenti immobiliari a Dubai:

  • Assenza di doppia tassazione
  • Assenza di tasse sui redditi e sulle persone fisiche
  • Possibilità di rimpatrio dei capitali investiti
  • Politiche liberali
  • Infrastrutture d’eccellenza
  • Turismo in costante aumento
  • Crescita continua dell’economia
  • Expo 2020

La somma dei punti sopra scritti unita ad una moltitudine di vantaggi di minore portata ma di pari influenza disegna perfettamente quello che è il quadro generale di Dubai. Investire oggi in questa città è sicuramente un ottimo modo per consentire ai propri capitali di produrre degli utili importanti che non sono realizzabili in nessun’altra parte del mondo.