Vivere a Dubai

Vivere a Dubai: tutto quello che devi sapere

Raccontare cosa significhi vivere a Dubai è davvero difficile, però è possibile dare consigli utili e qualche dritta per vivere alla grande nell’Emirato più famoso del mondo.

Sicuramente non è questo il blog dove si pensa di trovare guide utili o consigli per vivere a Dubai: noi parliamo di Real Estate e di investimenti. Per avere successo in questa città, non solo negli affari, è importante conoscerne l’essenza. Sicuramente ti starai chiedendo: «Fabio, cosa c’entra questo con gli investimenti?». Centra, centra. Devi sapere che a Dubai le cose funzionano diversamente che nel resto del mondo. Qui la cultura e i modi di fare sono ancora molto importanti, quindi sapersi comportare nei modi giusti è un valore aggiunto, in particolare negli affari. Tranquillo, parleremo anche di questo.

 

Vivere a Dubai: la popolazione e il rispetto della convivenza

Nell’ultimo aggiornamento di marzo 2017, gli abitanti di Dubai censiti sono stati circa 2.750.000. Su due piedi questo dato non ti stupirà più di tanto, è una metropoli ed è quindi normale che sia molto popolosa. La caratteristica eccezionale però è che il 90% dei residenti di Dubai è straniero. Proprio così, la stragrande maggioranza delle persone che incroci per strada non sono di origine UEA. Per questo motivo nell’Emirato convivono molte culture diverse, ciascuna con le proprie usanze, costumi e religioni. La convivenza è più che pacifica, anzi tutti coloro che scelgono di vivere a Dubai sono molto rispettosi verso il prossimo. Ho voluto parlarti di questo particolare perché la multi-cultura è uno dei motivi principali che rendono oggi Dubai uno dei nuovi poli economici e finanziari mondiali: dalla sinergia tra punti di vista, background e competenze diverse non possono che nascere sinergie vincenti.

 

Vivere a Dubai: lavoro, lavoro, lavoro

A Dubai le opportunità di lavoro certo non mancano: imprenditori, liberi professionisti, avvocati ma anche operai e camerieri hanno ottime prospettive. Incredibile ma vero, da queste parti esiste un concetto che in Italia ormai abbiamo dimenticato: la meritocrazia. Sì, chi si impegna, lavoro sodo e dimostra di saper raggiungere i propri obiettivi può fare carriera in qualsiasi settore anche velocemente. Per esempio, nei miei numerosi viaggi nell’Emirato, più di una volta mi è capitato di veder diventare Restaurant Manager il ragazzo che fino ad un paio d’anni prima era incaricato di ritirare i piatti vuoti dal tavolo. Principalmente esistono due tipi di contratti:

  • Tempo determinato
  • Tempo indeterminato

Per quanto riguarda le paga gli entry level possono sembrare un po’ bassi come salario ma bisogna considerare che è usanza che il datore di lavoro paghi al dipendente straniero l’affitto di casa, i trasporti e diverse altre spese. Ed è sempre il datore di lavoro a sbrigare le pratiche del Visa e permettere così di trasferirsi a vivere a Dubai in piena regola.

 

Vivere a Dubai: come mi vesto?

Sapersi vestire in modo adeguato è importante. Meglio specificare perché, trattandosi di un paese islamico, Dubai potrebbe essere vittima di pregiudizi. Partiamo dicendo che non esistono leggi che regolamentano il dress code (tranne l’assoluto divieto di topless in spiaggia) ma piuttosto scelte di buon gusto da seguire perché apprezzate. In ufficio è raccomandato l’abbigliamento sobrio: giacca e cravatta per lui, tailor o tubino (gonna fino al ginocchio) per lei. La sera, soprattuto se si frequentano i locali alla moda, che a Dubai si trovano più che altro negli hotel, bisogna vestirsi bene. La pena in caso contrario? Essere rimbalzati senza pietà. Per ultimo due consigli preziosi perché vivere a Dubai ti costringe a stare in mezzo a due poli: da una parte la temperatura alta tutto l’anno, quindi al di là delle scelte, sono raccomandabili tessuti leggeri, dall’altra l’aria condizionata di mall e locali pubblici è davvero siderale, perciò maglioncino o felpa sempre a portata di mano.

 

Vivere a Dubai: il costo della vita

Sono sicuro che qualche tuo amico che è stato in vacanza a Dubai ti avrà detto:«L’acqua costa 5 euro!». Diciamo più o meno vero, però provate a chiedergli se gli è capitato di fare il pieno alla macchina. Comunque vediamo qualche prezzo generico, per riempire la busta della spesa:

  • detersivo (3 L) 9.31 Euro
  • latte (1 L) 1.50 Euro
  • vino media qualità (1L) 23 Euro
  • 1 kg di pasta  4.50 Euro
  • pane in cassetta 1,20 Euro
  • 2 kg di zucchero 2.38 Euro
  • tonno in scatola in olio di oliva 3x 80gr 4.75 Euro
  • insalata 3-5 Euro
  • prosciutto crudo in scatola 8-9 Euro
  • ammorbidente 5.40 Euro

I supermarket più diffusi (e meno) sono Unioncoop, Lulu e il Carrefour al Mall of Emirates. Il segreto per risparmiare in questo casi è comprare prodotti locali, un po’ come da tutte le parti del mondo (hai mai provato a comprare una pesca a Vancouver?). Parlando invece di case un appartamento di 80/100 mq ha una canone di locazione che può variare dai 1.000 ai 2.000 euro ma se ti piacciono le ville e te le puoi permettere allora le cifre salgono a circa 7.000 euro per 4 stanze. Naturalmente i prezzi degli affitti cambiano a seconda delle zone: abitare a Dubai può avere pesi molto diversi se le nostre pretese sono “lussureggianti”.

Altre info interessanti a questo link:

http://blog.outstandinglife.com/2017/02/11/quanto-costa-vivere-a-dubai/

Vivere a Dubai: alla fine parliamo d’affari

Eccoci arrivati all’ultimo paragrafo e per non deludere gli investitori che con tanto affetto ormai mi seguono, bramosi di vivere a Dubai, voglio dare una dritta che in pochi sanno. A Dubai, anche nel business, le relazioni contano più dei soldi. Gli imprenditori e le persone in generale se devono scegliere se fare business con uno sconosciuto che ha tanti soldi o una persona che conoscono, con la quale hanno un rapporto, scelgono sempre la seconda. Lo dico che certezza perché l’ho visto accadere centinai di volte, per questo dico sempre a chi ha incominciato a seguirmi negli investimenti che le cose più importanti per avere successo a Dubai sono il network di persone e la loro fiducia. Io ho impiegato diversi anni per guadagnarmi entrambi e posso dire in tutta sincerità e senza nessun tipo di arroganza che oggi il brand Investire a Dubai apre diverse porte solitamente inaccessibili.